|

Pietra preferita di Michelangelo - Marmo

2928 44 44 0 Condividi
732

“La perfezione non è poca cosa, ma è fatta di piccole cose.” – Michelangelo

Il marmo è stato un punto fermo di case e spazi pubblici di lusso per molto più tempo di quanto si possa immaginare. L'associazione con il lusso, la qualità e la reputazione positiva di questa pietra si è guadagnata non solo decenni, ma secoli. Molti secoli - è diventato popolare durante l'era greca e romana - oltre 2000 anni fa!

Sorprendentemente, gli usi originali del marmo non sono cambiati molto dopo tutto questo tempo. È una scelta naturale (niente gioco di parole!) per i pavimenti, controsoffitti, muri e altre aree che richiedono sia un bell'aspetto che una lunga durata. È una pietra straordinaria e oggi parleremo un po' del perché.

Fonte immagine Wikipedia

Il famoso, iconico e amato scultore Michelangelo era uno dei più grandi fan del marmo. Insieme al suo collega maestro del Rinascimento, Leonardo da Vinci, fu uno dei membri più influenti di questo movimento. (Abbiamo aggiunto alcune delle sue citazioni sul suo mezzo preferito in tutto il nostro articolo.) Uno dei suoi pezzi più noti - la David Sculpture, era un capolavoro di marmo.

Ispirazione antica

“Il marmo non ancora scolpito può contenere la forma di ogni pensiero che ha il più grande artista.” – Michelangelo

Tuttavia, non è qui che è iniziato l'uso del marmo nelle case e nelle città. Gli egiziani lo provarono in alcuni templi, ma l'antica Grecia e Roma sono i luoghi in cui divenne davvero famoso. Nelle vene pure delle Alpi Apuane d'Italia, il marmo bianco era abbondante. Nelle isole greche, le cave hanno prodotto materiale bianco come la neve per sculture fin dal tardo neolitico (5300-4500 aC).

Fonte immagine Britannica

Fu presto chiaro che si trattava di una pietra superiore con cui lavorare. Creato dalle forze della terra che comprimono il calcare in roccia metamorfica a grana fine, il marmo è unico nella sua bellezza. È sopravvissuto al calore e alla pressione intensi per diventare quello che è e non ha intenzione di andare da nessuna parte!

Il marmo è una pietra traslucida che permette alla luce di entrare e produrre un morbido "bagliore". Ha anche la capacità di assumere una lucidatura molto elevata. Queste proprietà la rendono una bella pietra per la produzione di sculture ed elementi architettonici – e tessere di mosaico!

Quanto è resistente il marmo? Diamo un'occhiata ad alcune strutture storiche e opere d'arte che brillano ancora come nuove, qui nel 21° secolo.

Il Partenone, Atene, Grecia 447-432 a.C

Ogni blocco di pietra ha al suo interno una statua ed è compito dello scultore scoprirla”. – Michelangelo

Dedicata alla dea Atena, questa imponente struttura doveva ispirare soggezione. Da allora ci sono stati numerosi colpi all'edificio. Per cominciare, un'esplosione nel 1687 quando i turchi usarono il Partenone per ospitare la polvere da sparo e il soffitto fu spazzato via. Inoltre, i bombardamenti bellici ei saccheggi nel corso dei secoli hanno lasciato il luogo in rovina.

Eppure è ancora in piedi, domina ancora l'orizzonte, con colonne di marmo intatte.

Il Pantheon, Roma, Italia 120 d.C

Ho visto l'angelo nel marmo e l'ho scolpito finché non l'ho liberato. – Michelangelo

Fonte immagine calcare.com

Nella Grecia classica - l'epoca in cui fu costruito il Partenone - l'uso del marmo bianco era limitato agli edifici pubblici e ai templi. Il materiale simboleggiava ricchezza e prosperità. Tuttavia, al tempo dell'impero romano, i marmi colorati erano il nuovo status symbol. Il Pantheon dentro antica Roma era pieno di decorazioni in marmo colorato, realizzate con pietre importate da varie parti dell'Impero Romano. Ecco un fatto sorprendente: la maggior parte di questo è ancora originale!

La Pietà, Roma, Italia 1497

Mi sta bene solo quando ho uno scalpello in mano. – Michelangelo

Michelangelo, ovviamente, non usava marmi colorati nelle sue sculture. Era ossessionato dal candore puro del marmo che poteva vedere nelle Alpi. Le biografie affermano che fantasticava di scolpire un'intera montagna bianca on-site. Immagina qualcosa come il Monte Rushmore, ma ancora più massiccio. "Se avessi potuto essere sicuro di vivere quattro volte più a lungo di quanto ho vissuto", ha detto, "l'avrei accettato".

Tuttavia, abbiamo visto molto dell'artista, inclusa la Pietà. Il giovane Michelangelo fu incaricato dal cardinale francese Jean de Bilheres Lagraulas di creare "l'opera di marmo più bella di Roma, che nessun artista vivente potrebbe migliorare", per la futura tomba del cardinale nella Basilica di San Pietro Vecchio.

Michelangelo scolpì la Pietà da un unico blocco di marmo di Carrara, che secondo lui era il blocco di marmo più perfetto con cui avesse mai lavorato.

Il Taj Mahal, Agra, India 1632

“Il marmo non ancora scolpito può contenere la forma di ogni pensiero che ha il più grande artista.” – Michelangelo

Sebbene l'esterno in marmo bianco splendente di questo sito Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco sia un'immagine iconica, anche l'arte del mosaico in marmo interno è mozzafiato. Il Taj Mahal le pareti esterne sono state costruite con marmo bianco traslucido proveniente da Makrana, nel Rajasthan. Il lutto Shah Jahan voleva solo il meglio di tutto per creare il mausoleo di sua moglie.

Dopo quasi 5 secoli, i visitatori di questa moderna aggiunta alle 7 Meraviglie del Mondo vedono sculture, disegni del pavimento a mosaicoe l'arte della parete a mosaico che sembra nuova come il giorno in cui è stata dedicata.

​​

Solo i fatti sul marmo

“È necessario tenere la bussola negli occhi e non nella mano, perché le mani eseguono, ma l'occhio giudica.” – Michelangelo

Fonte immagine Esplora

Prima di passare a tempi leggermente più moderni, diamo un breve sguardo più scientifico al motivo per cui il marmo è così perfetto per opere architettoniche e artistiche di lunga durata. Come puoi vedere nel campione grezzo sopra, la pietra ha alcune proprietà uniche. Le caratteristiche comuni più importanti del gruppo marmoreo sono la sua struttura cristallina e l'alta densità. Tradotto in un linguaggio più semplice: quella combinazione fa riflettere la luce, pur mantenendo la traslucenza. Quella sensazione di essere illuminati dall'interno è ciò che faceva risplendere le sculture di Michelangelo. A un livello più pratico, è un eccellente materiale da costruzione: resistente, brillante e durevole in tutti i tipi di condizioni.

Ora, non tutto il marmo è bianco, ovviamente. Quando altri minerali entrano nel mix, ottieni l'arcobaleno di sfumature che vedi nella nostra arte del mosaico. Il marmo che contiene impurità come minerali argillosi, ossidi di ferro o materiale bituminoso può essere bluastro, grigio, rosa, giallo o addirittura nero. Quella piccola stranezza della natura offre agli artisti del mosaico la possibilità di creare infinite idee con le tessere di mosaico.

Monumento a Washington, Washington, DC 1884

"Ogni bellezza che è vista qui da persone di percezione assomiglia più di ogni altra cosa a quella fonte celeste da cui tutti proveniamo." – Michelangelo

Fonte immagine Wikipedia

L'omaggio al primo presidente americano potrebbe non venire in mente come una vetrina per l'edilizia in marmo, ma lo è. Quell'esterno scintillante è rivestito di marmo proveniente da tre diverse località: Texas, Maryland, Sheffield, Massachusetts e Baltimora, Maryland, che ha fornito un marmo dolomitico leggermente più scuro. Se guardi da vicino, puoi vedere il leggermente diverso tipi di marmo, partendo dalla base verso l'alto.

L'obelisco è alto 500 piedi. Mentre la malta tra i blocchi di marmo è stata riparata negli ultimi 150 anni, il marmo è rimasto praticamente intatto, a parte una piccola crepa del terremoto della Virginia del 2011.

Teatro dell'Opera di Oslo, Norvegia 2008

“Il migliore degli artisti non ha idea che il marmo da solo non contenga in sé stesso.” – Michelangelo

​​

Ancora oggi il marmo ispira gli architetti e gli artisti più influenti. Pensiamo ai grandi nomi dell'architettura del XX secolo, come Adolf Loos, Mies van der Rohe e Philip Johnson. Sebbene il loro stile sia minimalista, il loro amore per il marmo non lo è: è il loro materiale da costruzione preferito.

Allo stesso modo, gli artisti trovano ancora la bellezza all'interno del marmo grezzo, mettendo in risalto le loro visioni con gli scalpelli, progettando con i marmi più pregiati provenienti dall'Italia e da altre fonti provenienti da tutto il mondo. Qui a Mozaico, ad esempio, utilizziamo le pietre più pregiate per creare il tuo tessere di mosaico d'arte disegni. Oltre al marmo utilizziamo vetro, smalti Orsoni e quarzo. Tuttavia, il marmo è il nostro preferito, per la sua durata, l'aspetto naturale e l'autenticità. Circa il 90% dei nostri mosaici sono realizzati con pietre di mosaico di marmo!

Michelangelo lavorerebbe ancora oggi con il marmo? Cinque secoli dopo la sua morte, le sue opere sono ancora altrettanto belle e il lusso del marmo è diventato più accessibile. Pensiamo che sarebbe deliziato dall'accesso ai ricchi colori di oggi, alla qualità raffinata e alle splendide finiture dei marmi che utilizziamo. Ti invitiamo ad aiutare la tua creatività a salire con una selezione dalla nostra vasta catalogo!

Lascia un commento